LA POLIZIA EUROPEA – EUROGENDFOR – Video Inchiesta

polizia europea L’Europa ha una propria polizia militare operante dal 23/01/2006, quando si inaugurò la caserma di Vicenza, nonostante l’Unione Europea non è ancora un’unione politica a tutti gli effetti, come si può vedere di seguito, nelle funzioni del Parlamento europeo.

La Forza di Gendarmeria Europea, è questa la sua definizione o EuroGendFor, o se vogliamo chiamarla più semplicemente Polizia Europea, raggruppa solo alcuni stati ed alcune FFOO di questi stati, cioè polizie militari come i Carabinieri.

Considerazioni personali: la domanda che sorge spontanea è questa: visto che l’Europa non è, appunto uno stato con un governo, a chi risponde questa polizia? Chi firmerà un mandato di arresto europeo, il direttore della BCE? Visto che l’Europa per ora fonda il suo potere  proprio sull’economia e non su un potere parlamentare, e che non esiste un vero e proprio governo europeo? Credo che siamo di fronte ad un’aberrazione di politica internazionale

I corpi membri della Gendarmeria europea:

  1. Arma dei Carabinieri italiana
  2. Gendarmerie nationale francese
  3. Guardia Civil spagnola
  4. Guarda Nacional Republicana portoghese
  5. Marechaussée olandese
  6. Gendarmeria romena 

Stati che faranno parte e che hanno richiesto di far parte della gendarmeria europea:

  1. Gendarmeria militare polacca
  2. Viesojo Saugumo Tarnyba, Lituana
  3. Serbia
  4. Moldavia
  5. Bielorussia
  6. Turchia

Sopra: un’interessante trasmissione radiofonica in cui un avvocato parla del mandato di arresto europeo e delle funzioni della polizia europea

 

I principali compiti dell’Eurogendfor:

  1. Garantire la pubblica sicurezza e l’ordine pubblico;
  2. Eseguire compiti di polizia giudiziaria;
  3. Controllo, consulenza e supervisione della polizia locale, compreso il lavoro di indagine penale;
  4. Dirigere la pubblica sorveglianza;
  5. Operare come polizia di frontiera;
  6. Acquisire informazioni e svolgere operazioni di intelligence…

Il Parlamento europeo ha tre funzioni principali:

  1. Discutere e approvare le normative europee congiuntamente al Consiglio
  2. Controllare le altre istituzioni dell’UE, in particolare la Commissione, per accertarsi che agiscano democraticamente
  3. Discutere e adottare il bilancio dell’UE congiuntamente al Consiglio.

L’approvazione della legislazione europea

  1. In diversi settori, come la tutela dei consumatori e l’ambiente, il Parlamento lavora congiuntamente al Consiglio (che rappresenta i governi nazionali) per discutere il contenuto delle norme dell’UE e adottarle ufficialmente. Tale processo è chiamato “procedura legislativa ordinaria” (ex “procedura di codecisione”). 
  2. Il trattato di Lisbona ha ampliato la gamma di politiche in cui viene applicata la nuova procedura legislativa ordinaria, dando così al Parlamento un maggiore potere di influenzare il contenuto delle norme in settori quali l’agricoltura, la politica energetica, l’immigrazione e i fondi dell’UE. 
  3. L’approvazione del Parlamento è inoltre necessaria per alcune decisioni importanti, come l’adesione di nuovi paesi all’UE.

Il controllo democratico

  1. Il Parlamento esercita la propria influenza sulle altre istituzioni europee in diversi modi. 
  2. Quando una nuova Commissione entra in carica, i 27 membri, uno per ogni paese dell’UE, non possono assumere le loro funzioni senza l’approvazione del Parlamento. Questo non può però bocciare un singolo candidato, ma deve respingere la Commissione nel suo insieme. 
  3. Il Parlamento può inoltre richiedere le dimissioni della Commissione durante il suo mandato, approvando una “mozione di censura”. 
  4. Il Parlamento esercita il controllo sulla Commissione tramite l’esame delle relazioni che essa gli sottopone e interrogando i Commissari. Le commissioni parlamentari svolgono un ruolo importante a questo proposito. 
  5. Gli eurodeputati esaminano le petizioni presentate dai cittadini e istituiscono commissioni d’inchiesta. 
  6. Quando i leader nazionali si incontrano ai vertici del Consiglio europeo, il Parlamento esprime il proprio parere sui problemi all’ordine del giorno.

Il potere di bilancio

  1. Il Parlamento adotta il bilancio annuale dell’UE congiuntamente al Consiglio dell’Unione europea. 
  2. Un’apposita commissione parlamentare verifica come vengono spese le risorse di bilancio e prepara il voto con cui ogni anno il Parlamento decide se approvare il modo in cui la Commissione ha gestito il bilancio dell’anno precedente. 
  3. Struttura 
  4. Il numero di eurodeputati per ogni paese è approssimativamente calcolato in funzione della popolazione di ciascuno di essi. Il trattato di Lisbona stabilisce che nessun paese può avere meno di 6 o più di 96 deputati. 
  5. Il numero di deputati dell’attuale Parlamento europeo è stato stabilito prima dell’entrata in vigore del trattato, ma sarà modificato in occasione della prossima legislatura. Ad esempio, il numero di eurodeputati della Germania scenderà da 99 a 96, mentre quello di Malta passerà da 5 a 6.

la polizia europea
Sopra: questa immagine fa venire subito in mente che le teorie cospirative sembrano avere un loro fondamento: a chi risponde questa polizia? Perchè costituire una polizia europea quando da anni l’interpool funziona benissimo?

Fonte: Sito Ufficiale Unione Europea

LA POLIZIA EUROPEA – EUROGENDFOR – Video Inchiestaultima modifica: 2012-07-31T15:17:00+00:00da blogmaster70
Reposta per primo quest’articolo