MICROCHIP PER CANI PERSONE E CONTROLLO GLOBALE – DOCUMENTARIO

microchip per cani e personeBasterebbe una legge che ne vieti l’impianto su persone e si risolverebbe uno dei più grandi incubi di questa società.

Da qualche anno, anche in Italia c’è l’usanza di mettere un microchip sottocutaneo a cani e gatti per poterli identificare con maggiore facilità, il costo pui aggira intorno ai 30 euro, e questa può essere una cosa molto utile, avevo un cane che riusciva a scappare sempre, per vari motivi,  girellava per il quartiere, e ogni tanto il veterinario, grazie al microchip mi telefonava ed io andavo a riprenderlo.

Da qualche tempo ci sono persone che si preoccupano che i microchip verranno innestati alle persone per poterle controllare, questa cosa se può uscire da ogni ragionevolezza, in realtà per qualcuno sembra una possibiltà fattibile, il problema che è che sarebbe un errore madornale, perchè potrebbe portare ad un futuro ad un’uso totalmente improprio di questa tecnologia, come possiamo vedere in questi brevi documentari,  e speriamo che chi si occupa di diritti umani si opponga con tutte le forze a questa aberrazione tecnologica

Sopra: in questa trasmissione di Fox News, che sottolineamo essere una delle più viste televisioni americane, ma anche una delle più accusate di essere uno strumento propagandistico che fa gli affari del governo americano, si spiega il funzionamento di un nuovo microchip sottocutaneo che ha un Gps integrato e può rilasciare veleno per uccidere chi lo indossa.

Dopo la condanna di rito, il giovane scienziato usa il cavallo di troia di ‘usare microchip per controllare i carcerati violentatori di bambini. 

La violenza sessuale sui minori è uno dei reati meno accettati in questa società, e viene preso, in questo caso, per manipolare l’opinione pubblica e riuscire a far passar questa aberrazione tecnologica. 

Altri video sui Microchip per persone, alcuni sono piuttosto discutibili, ma Noi ve li offriamo lo stesso; ci sono anche le spiegazioni diei microchip per cani:

  1. Il Microchip per il Controllo Globale
  2. Rfid Microchip sottocutaneo le vere ragioni
  3. Microchip per il cane

microchip per la sanitàA partire dal 2013, una nuova legge americana, renderà obbligatorio per tutti i cittadini statunitensi l’impianto di un microchip Rfid che contenga tutte le informazioni relative a ogni americano.

L’intento dichiarato è quello di facilitare il monitoraggio e il controllo della salute di ogni singolo individuo, con la creazione di un apposito registro nazionale in cui ogni chip – e quindi ogni persona – sia registrato.

Fin troppo facile lanciarsi in speculazioni in degne dell’orwelliano Grande Fratello, ma il nuovo progetto sulla salute – l’HR 3200 – adottato di recente dal Congresso prevede la necessità di impiantare il chip per identificare tutti i cittadini che usufruiscono del sistema sanitario.

Il progetto era già in studio nel 2004, come rivelano alcuni documenti della Food and Drug Administration, con il nome di Implantable Radiofrequency Transponder System for Patient identification and Health information (Sistema di transponder impiantabile a Radiofrequenze per l’identificazione dei Pazienti e le informazioni relative alla salute).

Di fatto, con il pretesto di garantire una migliore assistenza sanitaria, gli Stati Uniti stanno cercando di marcare ogni cittadino, senza tra l’altro, aver previsto alcun tipo di regolamentazione per l’impianto e l’uso dei microchip Rfid, cosa che potrebbe causare conseguenze impreviste – almeno non da noi comuni mortali – per la vita anche democratica dei cittadini americani.

MICROCHIP PER CANI PERSONE E CONTROLLO GLOBALE – DOCUMENTARIOultima modifica: 2012-08-25T13:00:00+00:00da blogmaster70
Reposta per primo quest’articolo